Sapienza: alla ricerca delle parole perdute

Cara Virginia, questo volta mi riallaccio alle virtù cardinali di cui abbiamo scritto qualche post fa, perchè mi ha colpito una parola, sapienza. Parola strana, da un lato sovraccarica di evocazioni religiose, dall’altro abusata dalla pubblicità come caratteristica dei prodotti che si spacciano per artigianali (ma l’investimento pubblicitario denuncia chiaramente che sono industriali, e di industrie neppur vagamente artigianali).

homo laicus

L’homo laicus non l’abbiamo certo inventato noi…

Della definizione di Wikipedia, che riprende a sua volta le definizioni di diverse teologie, mi piace che la dichiara superiore all’intelletto, che poverino, se si deve confrontare con le realtà soprannaturali, proprio non ce la fa. Traducendo realtà soprannaturali in realtà spirituali, da moderni scettici quali siamo, la sapienza mi sembra un modo per avvicinarsi a quell’essenziale che è invisibile agli occhi, a quel mondo che abbiamo dentro ma di cui non conosciamo la voce, alle vicinanze inspiegabili, alle intuizioni improvvise.

life is about creating yourself

Volendo, qui ci possiamo collegare al commento su Foucault della scorsa settimana

Sapienza mi evoca ricchezza e abbondanza, giustappunto non materiali, e per questo importanti in questa fase di downsizing (sul quale ci vorrebbe un post a parte).

E tu che ne pensi?

Non descript Antonia

Cara Antonia, un tema difficile la sapienza. A me la parola richiama la più laica conoscenza e tutta la fatica per arrivare ad una sapienza che dia un senso alla strada che facciamo tutti i giorni. L’esercizio che ci compete o che ci competerebbe. Non vorrei sembrare idealista, ma quella fatica alla ricerca della conoscenza, con attenzione e senza presunzione credo vada fatta tutti i giorni.  Però le priorità sembrano essere sempre altre: le bollette o i desideri di viaggio. Insomma il mero denaro, che rimane per ora un mezzo di scambio in questa parte del mondo (e purtroppo anche in altre).  E quindi non ci impegnamo nel tentativo, almeno quello, di raggiungerla la sapienza. A me sembrerebbe, con una battuta, un’occasione sprecata.

Virginia

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s