La grande bellezza: non si risolve in fretta

la_grande_bellezza_Sorrentino

manifesto del film “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino

 

Cara Antonia, vedere la Grande Bellezza di Paolo Sorrentino e rimanere stordita è stato tutt’uno. Non sono stata in grado di dire se il film mi fosse piaciuto, almeno per tranquillizzare il gusto del commento a caldo. Mi son resa conto che dire se mi piacesse o meno il film non bastava: ero stata attratta e respinta, schiaffeggiata e coccolata. E non capivo che cosa mi potesse piacere: la vecchiaia, la saggezza che sembra presunzione, il grottesco e la volgarità, il rimpianto per le occasioni perdute, il rammarico per lo spreco e la mancanza di memoria? Forse nessuno di questi stimoli può piacere per se stesso, mi son detta. E infatti quello che non era il caso cercare nel film era la storia, quella tessuta e intrecciata. Ma la storia raccontata per immagini, le immagini che di per sè sono storie e citazione di altre storie che sollecitano la pigra memoria. E quindi con il “mi piace” o non “mi piace” questo film non ha nulla a che fare; ha a che fare con il cinema e solo per caso ha anche qualcuno dei dialoghi più brillanti che abbia recentemente sentito: con un’iperbole, Tony Servillo, soprattutto,  potrebbe tacere per tutto il film e raccontare la stessa storia. Roma e gli altri interpreti dicono molto senza troppe parole.

http://www.filmtv.it/film/52594/la-grande-bellezza/trailer/9376/trailer-ufficiale/

Cara Virginia, mi viene da cominciare con una stupidaggine: come quella triste pubblicità della banca “costruita intorno a te” questo film è veramente costruito intorno a Tony Servillo. Che non è giovane e non è bello ma di un fascino raro. Però concordo che non è un film di cui puoi dire mi piace o non mi piace a botta calda. E già questo è un buon risultato, perché non possiamo ridurci a quel pollicino in su che da Facebook si sta insinuando nelle nostre capacità (o incapacità) di giudizio. E concordo che ti lascia stordita, se non altro per l’abbondanza e la generosità del contenuto. E poi la musica, che ho ancora nelle orecchie. Roma era meravigliosa come nella realtà, e motivi per pensare ce ne regala a iosa. Alla fine, cosa chiedere di più a un film?

Dazed Antonia

Advertisements

One thought on “La grande bellezza: non si risolve in fretta

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s