Arti minori: degli ex-voto e delle cadute

Cara Antonia, oggi ti parlo di ex-voto. Si, sì leggi bene. Quei quadretti che disseminano le pareti di santuari e chiese importanti dell’Italia. Quei quadretti e oggetti che in maniera sintetica e forti immagini raccontano eventi terribili: malattie, sciagure e incidenti che miracolosamente lasciano indenni gli sventurati protagonisti. E mica solo gente comune: re, regine e nobili ne han fatti secondo le possibilità. Oltr’alpe è famoso quello di un re di Baviera, un vero e proprio gioiello dell’oreficeria tardo gotica. Ne ho fotografato qualcuno, andando in giro, da questa parte delle Alpi.

ex_voto_Pompei

Un ex voto del Santuario di Pompei

ex_voto2

Sempre dal Santuario di Pompei

E dopo aver criticato questa pratica quasi pagana per anni, ora mi commuove quest arte minore, ciarliera dei gusti e dei modi di un tempo: non esisteva la globalizzazione e ciascuna regione si esprimeva secondo il proprio gusto. Così puoi vedere i modelli delle auto degli anni 50, dei carretti, dacché tantissimi sono incidenti in campagna e poi le due guerre. Tutte storie sintetiche, raccontate con rapide pennellate (qui non si discute della qualità degli artisti ma del codice espressivo). Pensa che nel santuario della Consolata a Torino c’è una sorta di trittico dove il protagonista scampa alla morte nella Prima e nella Seconda guerra Mondiale, e ancora in seguito alla deportazione in un campo di concentramento in Germania. Potere dei doni, mi vien da dire!

ex_voto3

Una serie di ex voto nel Santuario della Consolata di Torino

Cara Virginia,

che bello questo tuo ripescaggio degli ex-voto. Mi limito ad aggiungere un tocco profano: ché stamattina sono finita lunga e distesa alla fine di un ponte di legno, su quella parte della piattaforma che esposta alle intemperie era diventata come una saponetta. Ma dal ruzzolone mi sono alzata quasi illesa: un dito contuso, che sì si sta gonfiando, ma non mi impedisce di scrivere (ed è quello della mano destra). Se ci fosse un santuario nella landa desolata dove svolgo il mio lavoro, potrei fare una foto e appendere un ex-voto anch’io, magari inaugurando una nuova tradizione…

Silly Antonia

Advertisements

2 thoughts on “Arti minori: degli ex-voto e delle cadute

  1. A parer mio, gli ex voto meritano…. un voto altissimo! Adoro il modo diretto, ingenuo, autentico di rappresentare la fragilità umana e il bisogno di un intervento dall’alto… perchè trovo in effetti particolarmente toccante e bizzarro al contempo proprio quell’angolino riservato al miracolo che dai cieli giunge e porta salvezza ai malcapitati!

    • Grazie per il tuo commento, anonimo. E’ vero che tante volte dietro a quello che consideriamo pacchiano o di poco gusto si nasconde un bisogno autentico, e questo gli dà un valore vero. E lo fa sopravvivere, come dimostrano proprio gli ex-voto, ancora lì dopo secoli a raccontarci la storia dell’umana fragilità. Quella che facciamo fatica ad ammettere con noi stessi…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s