Riso made in Italy

Come eravamo e come siamo: la commedia all’italiana, talora anche irritante nel suo rapprensetare l’italianità in cui spesso non mi riconosco, ben raccontata dall’amica ciabattinadx!

ciabattine

L’Italia, oggi, si celebra per la moda, il cibo, il design. Un buon passo avanti rispetto agli stereotipi sempreverdi di pizza, spaghetti e mandolino. Grandi assenti l’arte e la cultura, facciamocene una ragione. E perché non farci vanto anche della nostra illustrissima commedia all’italiana? Tanto per cominciare, assai arduo è concepire e mettere in scena al cinema una narrazione davvero intelligentemente brillante, dalla prime alle ultime battute (meno complesso, a parer mio, “costruire” un dramma o una tragedia, forse più facilmente condivisibili). Tale commedia vede la luce negli anni 60, quelli del boom economico e rappresenta al meglio i vizi e le virtù della società italiana di quegli anni, proponendo anche una satira di costume in un’ambientazione per lo più borghese.  Uno dei più grandi registi del genere, il compianto Mario Monicelli ne parlava così “« La commedia all’italiana è questo: trattare con termini comici, divertenti, ironici, umoristici…

View original post 381 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s